Confettura di more, ricetta semplicissima

Questo è il periodo giusto per scegliere della frutta che preferiamo, ben matura, e fare delle ottime marmellate e confetture. È anche il periodo giusto per fare delle lunghe e bellissime camminate, cosa che adoro fare. Vicino casa ci sono delle stradine che costeggiano il fiume Arno, e che in alcuni punti attraversano piccoli boschi; è qui che passeggiando raccolgo anche dei piccoli frutti selvatici che adopero per fare marmellate. Oggi è la volta delle more, che quest’anno grazie al caldo venuto in anticipo sono maturate molto prima. Insieme a mio marito o mia figlia, ne ho raccolte un bel po’, e oltre a conservarne un po’al naturale, cioè messe in barattolo con lo zucchero e poi bollite per una decina di minuti, ho preparato una buonissima marmellata.

IMG_2425

Ingredienti

1 kg di more
300 gr di zucchero
Barattoli sterilizzati

Per sterilizzare i barattoli metterli in una pentola con acqua e farli bollire per qualche minuto, tirali fuori e farli asciugare.

DSCN1846

Lavare molto velocemente le more sotto l’acqua corrente, asciugarle con un panno o carta assorbente da cucina.

image

 

Metterle in una capiente pentola insieme allo zucchero,

image

mescolare e lasciare riposare per un ora, in modo che lo zucchero si sciolga un po’,

image

quindi si mette sul fuoco e si fa cuocere, a fuoco lento,fino a raggiungere la giusta densità,

image

fare attenzione a non si attacchi alla pentola. Durante la cottura si formerà una schiuma sulla superficie, va tolta man mano che si forma con una schiumarola. Appena raggiunta la giusta consistenza, il punto di cottura si riconosce facendo colare la frutta da un cucchiaio, se si stacca ad intermittenza e non a filo continuo è cotta. Un’altro sistema per vedere se è cotta, mettere un po’ di composto su di un piattino e inclinandolo non dovrebbe colare.

DSCN0836

Invasare subito, e appena riempiti e chiusi con le capsule, capovolgerli per fare il sottovuoto.

image

Le confezioni devono essere mantenute capovolte per una decina di minuti e poi lasciate raffreddare all’aria.

image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.